Menù di navigazione Links COMMUNITY Forum Contattaci Fai una donazione
Donazioni
Vuoi fare una donazione a Insula Arcana?


Cos'è PayPal?
Come faccio a fare una donazione con Paypal?


Dune Thresher

Mentre stavo preparando la penna per iniziare a scrivere i miei pensieri, all'inizio della mia impresa epica per raccogliere la conoscenza del mondo in un unico tomo, la mano della provvidenza mi diede un colpetto sulla spalla. La notizia che un canaglia dei bassifondi aveva ucciso un cittadino appena fuori la città mi ha dato la meravigliosa opportunità di vedere in prima persona una delle creature più inquietanti di questo mondo - la selvaggia Dune Thresher.

Tempo fa, lontani da luoghi civilizzati, nel deserto profondo dele Zone di Confine, la Dune Thresher viene vista raramente dagli abitanti delle città. Ogni tanto, però, a causa di ferite o per la vecchiaia, qualcuna di queste empie bestie si avvicina al bordo della civiltà per banchettare col fragile essere umano. Quando questo accade viene chiamato un professionista, guida e fomoso cacciatore, Franklin Burroughs, per porre fine alla minaccia.

Fortunatamente, Burroughs ed io, entrambi uomini di viaggio e di avventura, abbiamo incrociato i nostri cammini (i lettori delle mie opere si ricorderanno senza dubbio di questo uomo brizzolato e rozzo del mio classico Xiansai Chronicles). Così l'ho contattato in modo da poter prendere parte alla sua missione volta allo sterminio dell'incubo. In un primo momento è stato riluttante, ma infine era felice di portami con se.

Ci siamo incontrati al tramonto sulle rocce sabbiose che circondano il deserto Tardein. Mentre mi avvicinavo, Burroughs era inginocchiato sulle rocce nere, e stava ispezionando qualcosa. Ho provato a capire cosa stesse intesamente guardando, ma non ho potuto capire cosa fosse. Egli alzò la mano, facendomi cenno di non fare rumore. Quando gli ho chiesto quale fosse il problema, indicò il centro della sua attenzione e mi chiese se volevo finire come quel povero sciocco. Mi misi a ridere, pensando che stava facendo una delle sue battute su di me ancora una volta. Tutti sapevano che i Dune Thresher attaccano da sotto la sabbia, e che noi eravamo sicuri sulle rocce!

"Dillo a lui." mi disse.

Guardai di nuovo, e quello che vidi mi fece trasalire. Le rocce tradivano la disperazione con la quale la vittima si era aggrappata a loro. Sulla superficie delle rocce c'erano strisce di pelle insanguinate, strappate dalle dita.

"Saltano su queste rocce e trascinano giù le vittime. Un esperto cacciatore potrebbe sopravvivere ad un attacco, ma una persona come te diventerà il loro pranzo se continui a calpestare dovunque, facendo tutto quel rumore." Ridacchiò mentre raggiungeva il suo carro caricato pesantemente.

Mi sono subito (e silenziosamente) spostato fino al bordo delle rocce. E poi ho sentito lo stridio. Burroughs aveva recuperato un grande oggetto, una gabbia di qualche tipo, coperta con un telo nero. Questa gabbia era la fonte rumori che sentivo. Grosse corde pendevano da qualche parte sotto il sudario scuro. "Non è abbastanza," disse. Come a voler dimostrare la sua tesi, scosse la gabbia che teneva in mano. Mai avevo sentito urla più potenti, mi attraversavano la testa come fredde lame affilate. Ma era niente in confronto a ciò che avrei udito subito dopo - lo stridio mortale della sabbia che annunciava l'arrivo della Dune Thresher.

"Il loro suono irrita molto i Dune Thresher. Meglio farli nella sabbia prima di avere compagnia qui." Con questo, strappò il coperchio della gabbia. Lo shock di vedere ciò che era contenuto dentro mi sopraffece. Tutto sembrava un miscuglio nauseante grigiastro, e le mie ginocchia cedettero.